Community cloud tra PA e imprese

Lunedì
16novembre
lunch seminar
ore 13-16


INTRODUCE
  • FERRUCCIO FERRANTI direttore generale csi piemonte

  • Stefano Quintarelli Camera dei Deputati, Comitato di Indirizzo AgID
  • Il ruolo del CSI per la nuvola piemontese PAOLA TAVELLA csi piemonte
SPEED SPEECH
  • NU.SA Nuvola Sanità per le cure integrate: progetto Federsanità ANCI FIMGMaurizio Dore Federsanità ANCI
  • Modelli di interoperabilità in un hybrid cloud environment Olivier Terzo Istituto Superiore Mario Boella
  • L'nteroperabilità nel cloud e il nuovo paradigma dell'API Economy per favorire lo sviluppo del territorio Giovanni De Paola IBM
  • L'infrastruttura di un cloud ibrido sicuro e interoperabile Dario Regazzoni EMC
  • Portabilità di soluzioni verticali sulla piattaforma cloud per una fruizione “always-on” da qualunque dispositivoFausto Massa Microsoft
  • L'esperienza di una PMI: il progetto di disaster recovery per la Regione MarcheLuca Monterzino Prologic
CONTRIBUTI DAI PARTECIPANTI
MODERA
    • LUCA INDEMINI giornalista LaStampa Web e Agendadigitale.eu
Durante l'incontro verranno effettuate riprese audio-video e scattate fotografie

Visita conclusiva al Data Center CSI
Dove

CSI Piemonte
Corso Unione Sovietica 216 Torino

Si parla di
  • inter
    operabilità
  • sicurezza dati
  • modelli cloud ibridi

Dal 2009 il CSI Piemonte è impegnato nella progettazione, sviluppo e integrazione di soluzioni tecnologiche e organizzative per la costruzione di una piattaforma cloud regionale interoperabile. Negli scorsi mesi il CSI ha partecipato in sede CISIS, in rappresentanza della Regione Piemonte e insieme alle altre Regioni, alla stesura del documento "Azione di infrastrutturazione digitale attraverso community cloud e cybersecurity", presentato successivamente al Comitato di Indirizzo dell'AGID.

L'idea di questo progetto è dare il via a una nuova fase di cooperazione tra regioni, altre amministrazioni e privati: sfruttando le potenzialità del modello cloud, è possibile integrare le buone pratiche delle amministrazioni pubbliche e le più efficaci soluzioni di mercato per la creazione di un ecosistema digitale che contribuisca alla crescita anche del settore privato non-ICT. L'obiettivo finale è quello di fornire al cittadino servizi pubblici digitali sicuri ed efficaci basati sul cloud, con servizi infrastrutturali gestiti a livello regionale, e favorire economie di scala grazie all'intervento dei privati nello sviluppo di servizi applicativi in cloud, agevolando il riuso e l'integrazione di soluzioni.

Il modello del community cloud si adatta a una visione partecipativa e interoperabile dei servizi e delle applicazioni. Il trust fra i vari operatori garantisce elevati livelli di sicurezza, maggiore fruibilità dei servizi e una più efficace integrazione a beneficio di tutti gli operatori che realizzano le applicazioni e degli utenti che le utilizzano.

Gestire servizi in cloud è complesso, soprattutto dal punto di vista organizzativo, contrattuale, di privacy e sicurezza. Sono necessarie strutture e competenze difficilmente riscontrabili nei singoli enti territoriali. Occorre quindi fissare a livello interregionale un framework standard e fare delle Regioni l’intermediario per l’accesso attraverso “community cloud interregionali”. Inoltre, il panorama internazionale dei cloud provider e la varietà delle proposte di mercato richiedono un’approfondita conoscenza di tecnologie, sistemi di governance, problematiche normative e contrattuali e degli aspetti connessi alla sicurezza nell’uso di tali servizi.

Il CSI può agevolare l’accesso ai servizi cloud nel ruolo di cloud service broker a livello regionale, garantendo l’affidabilità dei servizi, il rispetto delle normative e facilitando interoperabilità e integrazione con i servizi locali, regionali e nazionali. Il seminario fa il punto sul modello del community cloud in un contesto particolare, quello tra PA e imprese, per verificarne la maturità, i modelli di adozione, i principali standard e approfondire i primi casi di studio.

Video

logo agid

In collaborazione con