People

Un'Asburgica del Sud

immagine_Maria Rosaria Napoletano

Mi chiamo Maria Rosaria, Napoletano è il mio cognome, sono di Avellino e vivo a Torino. Diciamo che la geografia mi piace ‘navigarla’, infatti ho cominciato da piccola a spostarmi nella bella Italia. Mi piace definirmi un’Asburgica dell’Italia del sud.

In CSI, dove lavoro dal 2004, ho seguito sempre progetti ampi e articolati, dalle applicazioni per gli stipendi ad attività in ambito sanitario e socio-assistenziale, e oggi mi occupo di pagamenti elettronici seguendo il progetto PiemontePay.

Anche se ormai posso dire di avere una solida esperienza alle spalle, quest’ultimo progetto è ancora una bella sfida, soprattutto perché si tratta di un approccio nuovo e innovativo per la pubblica amministrazione e dal punto di vista operativo coinvolge tanti soggetti: la PA centrale, un bel numero di amministrazioni locali con i propri fornitori di servizi, cittadini e imprese, prestatori di servizi di pagamento.

La soddisfazione è vedere i piccoli passi che i comuni fanno aggiungendo sempre più tasselli al necessario processo di digitalizzazione.

Nel tempo libero mi piace molto viaggiare, stare con le persone e dedicarmi ad attività sportive. Cucinare mi appassiona, non solo perché è una tradizione familiare, ma anche perché la cucina ha i suoi ‘algoritmi’: si possono variare con creatività, ma anche in maniera scientifica, proprio come nell’informatica, la materia in cui mi sono laureata.

L’innovazione per me è attuare idee nuove o cambiare prospettive, per dare valore aggiunto ai tanti aspetti della vita delle persone, dai bambini agli anziani.

Maria Rosaria Napoletano
Project manager

Eccellenze e Temi strategici
PA digitale